hashtag creare categorie parole chiavi

Primi utilizzi degli ” # hashtag “

L’ hashtag per chi come me ha iniziato chattare nel web diversi anni fa avrà fatto caso che questo simbolo già esisteva.
Venivano utilizzati questi tag per creare categorie nelle chat-room come ad esempio #AngoloDelCaffe, #Over30 , #Roma e via discorrendo, capivamo subito che si entrava in determinate categorie e si parlava con persone di determinati argomenti.

hashtag spopola sui social 

La prima volta questo tag (# o cancelletto per chi vuole) è comparso nel sito di Internet Realy Chat, ma il suo successo e il suo largo utilizzo crebbe più tardi con la nascita di Twitter.
Questo social network ha utilizzato fin da subito qualcosa che già esisteva ma portandolo al suo successo, planetario mi permetto di aggiungere.
Con L’utilizzo di questo tag posso utilizzare delle parole chiavi categorizzare e catalogare i miei argomenti con hashtag già popolari oppure creando un tag nuovo in modo da personalizzare i miei contenuti come una sorta di identità.
Quando pubblico qualcosa su un qualsiasi social, esempio : una immagine ritoccata un articolo figo e quant’altro che è per me importante al fine del mio lavoro considero di inserire le parole chiavi che non solo ne descrivono sia l’autore in questo caso me medesimo ma inseriscono il mio post all’interno di un argomentazione più ampia.

Esempio:

  • #Fotoricco
  • #DigitalArt
  • #Laciodrum
  • #BrunoFrancesco

In questo caso ho utilizzato delle categorie popolari #Fotoricco #DigitalArt . In modo che chiunque esegui una ricerca utilizzando questi nomi, esista una opportunità in più di essere visto, poichè faccio rientrare i miei lavori in determinate categorie.
In più ho aggiunto il mio alterego #Laciodrum e il mio nome #BrunoFrancesco, cosi chi mi conosce e vuole rivedere i miei post basta che inserisce esattamente queste parole chiavi, sia su google che su i vari social ed il gioco e fatto ecco che compaiono soltanto i post pubblicati e aventi insieme ad altri testi normali anche questo tag speciale l’hashtag.

Come usare gli hashtag nei Social

Esiste una piccola differenza nei social:
Su twitter e su Google plus, posso fare le mie ricerche per hashtag per visulaizzare tutti gli argomenti che desidero, anche nel caso che non siano dei nostri follower.
Su facebook se desideriamo che i nostri post vengano visionati da tutti bisogna postare come pubblico, altrimenti si restringe il campo di visibilità.

Ecco alcuni esempi di post dove ho utilizzato hashtag per creare categorie e parole chiavi:

In particolare nell’ultima immagine ho pubblicato un evento.
Un modo molto efficace, poichè le stesse parole che sono nei tag verranno utilizate anche sui motori di ricerca e su altri siti magari che parlano di sport, che insieme alle condivisioni , la visibilità diventa molto alta, ed ilpubblico che raggiunge si allarga notevolmente.

Come registrare un hashtag

Esistono diversi siti dove si possono creare hashtag,  personalizzarli e registrarli con il proprio nome in modo che diventino nostri e basta.
Il sito è in inglese si chiama Twubs, è molto semplice ed intuitivo e se masticate un po di inglese vi sarà molto utile
Qui è possibile anche monitorare tutti gli interventi di altri utenti quando utilizzano il vostro hashtag .
E viene utilizzato per gli utenti di TwitterBene anche questo articolo è giunto al termine, spero che vi sia piaciuto e che vi sia stato utile un abbraccio alla prossimaLaciodrum

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*